Guestbook


Leonardo Bigi 

Caro Vanni, mi complimento per il tuo nuovo sito.
Le foto introduttive parlano da sole. Le tue immagini sono qualcosa di più di foto, sono una visione personale della realtà avvicinandosi così
al principio della pittura. E’ in questo senso che sono realmente opere d’arte, infatti in molte tue fotografie io vedo qualcosa di diverso e personale
che altri forse non vedono. Da ultimo una curiosità : chi ti ha fatto il tuo ritratto (o è un autoscatto ?).

Leonardo Bigi


Luigi Benatti 

LA MIRANDOLA, 22 MAGGIO 2014, ORE 4:10

Caro Vanni,
ti conosco da sempre e ti ho frequentato da tempi lontanissimi avendo (in piccola parte) condiviso con tuo padre la gloriosa epopea della
SOCIETA’ CICLISTICA MIRANDOLESE. Mi legava a te la giovanile passione per la FOTOGRAFIA, al punto da lasciarmi coinvolgere nella
straordinaria avventura del GRUPPO FOTOGRAFICO LEICA, pur essendo “in sonno” da ormai quasi tre decenni, dedicato ad altro.
Per venti lunghi anni lo hai guidato come Presidente arruolando anche alcuni fotografi professionisti di fama internazionale insieme a un gruppo
di robusti appassionati amatori. Dopo numerosissime importanti Mostre, eccezionali per LA MIRANDOLA, ora come spesso accade, la bella favola della LEICA mirandolese ha concluso il suo tempo, esattamente dopo un anno dal Terremoto.

E’ la prima volta che ti scrivo per darti il mio brevissimo giudizio sui tuoi siti e sulle tue immagini.
Non ti loderò in modo esagerato usando termini da apologia, in quanto essendo tuo amico, fin troppo presente nei tuoi scatti, sarei immancabilmente
tacciato di cortigianeria. I moltissimi premi conseguiti e il successo delle tue numerose mostre, anche in Germania o in USA, parlano chiaro.
Ti dirò comunque che i vari numerosi libri che hai pubblicato denotano una linea che li accomuna, dai più antichi ai più recenti. Quelli che tu chiami
Racconti, raccontano veramente la vita dei tuoi personaggi. Ho sempre apprezzato le tue “serie” dedicate al PO e alla gente di Pianura e di Montagna.
Il tuo recente ultimo volume dedicato alla nostra Mirandola, del quale è imminente la seconda edizione bilingue, ampliata e con allegato il ” De hominis dignitate ” di Giovanni Pico, è veramente stato apprezzatissimo per le straordinarie foto del Terremoto e per la preziosa curatissima stampa.

Il tuo nuovo sito è davvero una sfilata di immagini ben realizzata che illustra pienamente il tuo ormai lungo percorso. Dal tuo profilo mi pare di recepire un messaggio più completo di quanto non lo possa la maggior parte degli osservatori : mi sembra non solo di vedere l’immagine ma anche
tutto l’impegno e le tue manovre, a volte rocambolesche, per raggiungere il tuo traguardo. Nel riprendere le persone pare di vederti impegnato cortesemente ma implacabilmente, a qualunque costo, nell’ottenere il consenso per scattare. Naturalmente assai spesso in casa o nei luoghi di lavoro delle “vittime” che, alla fine, sono soddisfatte e ripagate dal risultato.
Prima di salutarti voglio ricordare quello che disse una sera nella quale ti accingevi a proiettare le tue diapositive il Professor Francesco Scarlini :
” Vanni, facci sognare”. Concludo, per quanto possa valere, con un BRAVO MAURIZIO e una stretta di mano.

Luigi “Jack” Benatti


Dinalma Azzolini 

Grazie Vanni, l’invio delle foto presenti nel tuo sito è stato un regalo bellissimo. Alcune mi hanno commossa, altre mi hanno fatto ritornare alla
memoria episodi e persone apparentemente dimenticate. Non avrei mai smesso di sfogliare e lo rifarò, anche insieme a qualche amico.
Congratulazioni, la tua sensibilità emerge in ogni scatto. Grazie ancora e continua a cliccare, perchè in ogni clic è una magia.
Dinalma Azzolini Mantovani


Roberto Bertoni 

Caro Vanni, dopo avere avuto l’onore di far parte diversi anni con letizia nel gruppo Leica, con il tuo sito mi emozioni ancora perchè come ti dissi più di una occasione le tua fotografia si legge e si qualifica così per la pulizia e la precisione tecnica che non intende essere fine a se stessa ma corrisponde a una “aristocratica” ideologia della fotografia stessa, conferendogli quei significati precisi che corrispondono al radioso, ossia al bello. Infine vederti con un nuovo mezzo tecnologico al collo mi rende curioso: è un ritorno al passato o è un ritorno al futuro?


Pietro Zanoli 

è la conferma di quanto ho avuto la fortuna di apprezzare nel corso degli anni come persona e come professionista.
Ancora complimenti.

Pietro Zanoli


andrea bisi 

E’ come andare all’Università della Fotografia, in ogni immagine si impara,
Ma per uno che viene a San Martino Spino anche solo a prendere un caffè,
c’è un vuoto (*) … manca una foto di San Martino Spino.
Complimenti
andrea bisi

(*) Faremo una mostra nella sagra 2015!


Dario 

immagini molto suggestive ed interessanti.


gianluca castagna 

Sono un fotoamatore da oltre vent’anni.
Conoscevo ed apprezzavo alcune Sue immagini già da tempo (Leica magazine), ed ora ho avuto occasione di visitare il Suo sito.
Vedo che, a distanza di anni, alcuni istanti – da Lei così abilmente fissati sulla pellicola – rimangono sorprendentemente attuali.
Ciò a mio parere significa che, al di là della validità del mezzo e della padronanza tecnica, sono rappresentazioni con contenuti “”veri””, che superano il tempo e le circostanze, come le fotografie dei grandi maestri del passato.
Anche se non La conosco personalmente, ci tenevo a farLe pervenire in qualche modo i miei complimenti per il suo stile fotografico, d’alta scuola eppure personale, così raro di questi tempi di omologazione forzata.
Alcune Sue immagini sono per me uno stimolo a cercare di usare al meglio – per quel che posso – le mie due vecchie M6 ed i loro splendidi obiettivi.
Cordiali saluti.


Roberto Zuccalà 

Ci sono cose, come il pane fragrante, il té indiano, un tramonto autunnale, una byina lettera inattesa… che non vorremmo perdere mai perchè – anche se effimere- ci danno la gioia della vita… il bello. Le tue foto, Vanni, sono come una tazza di cioccolato caldo, come un biscotto che si sbriciola, come capelli mossi dal vento… Vanni sono stupende e non mi stancherò mai di ripetertelo. Con amicizia.
Roberto.


Libralon Claudio 

Egr. signor Calanca da poco sono un possessore di una LEICA M6 mi sto divertendo veramente a fotografare, vedo in verità una gradevole differenza di immagine, anche se ancora ho la NIKON e le sue immagini descrivono appieno la superba qualità delle lenti LEICA . Complimenti per le sue belle immagini , arrivederci.


Gregorio TERMINE 

Eccezionale!


Gabriele Bertaiola 

Gentile signor Vanni Calanca,
le Sue fotografie mi fanno ricordare lo scritto in calce ad un affresco che il pittore Federico Bellomi ha lasciato a casa mia nel 1983:

Ho cercato l’armonia nelle cose del creato
e ho amato la bellezza

Grazie. Gabriele Bertaiola “


Bernd Ziemens e Amélie Fellgiebel 

grazie a lei ! Benissimo!


paolo 

è stato un vero piacere sfogliare le tue foto.
complimenti!!!


Giancarlo Fundarò 

Salve sono rimasto colpito delle immagini realizzate con il 50 1,4 asph
Giancarlo Fundarò


Göran Olofsson 

Very good portraits and good humanity pictures.


francesco Pantanella 

Le sue foto sono semplici, di una semplicità disarmante ma comunicano una umanità straordinaria e un “”senso del bello”” unico!””. Grazie e complimenti.
Francesco Pantanella


Max Perucchi 

Si, si, lo so :-)) Ma sono un Svizzero chi ha “imparato” 27 anni fa solo un pò della Sua bellissima lingua in scuola…..Mi dispiace.


uno come tanti 

max perucchi ti manderei sui banchi di scuola.. non serve scrivere 3 mess. magari studia un po di grammatica… una sola parola imbarazzante!! auguri


Max Perucchi 

Signor Calanca

Ho visto sul internet (pagina di LEICA) che lei a fatto delle foto
meravigliose che sono come viventi. Io sono anche un appassionato per LEICA.
Vorrei domandare quale filmi lei daopera dentro e fuori e anche per fare le
foto in bianco e nero. Avrei la gioia di rivedere le sue foto sul internet
che sono stupende.
Cordiali saluti
Max Perucchi